Home / Copertina / Le Nazioni Unite “terrificate” dall’ennesimo crimine della teocrazia iraniana

Le Nazioni Unite “terrificate” dall’ennesimo crimine della teocrazia iraniana

di Ragazzi di Tehran #Iran twitter@gaiaitaliacom #NoPasdaran

 

Le Nazioni Unite si sono dette “terrificate” dall’ennesimo crimine del regime iraniano. Secondo le informazioni arrivate fino al Palazzo di Vetro, infatti, il 28 marzo scorso sarebbe morto in carcere Daniel Zeinolabedini, picchiato a morte dalle guardie carcerarie.

Daniel Zeinolabedini era detenuto nel carcere di Mahabad – Provincia dell’Azerbaijan Occidentale – ed è stato picchiato a morte dopo una rivolta avvenuta della prigione, scoppiata per le drammatiche condizioni dei in cui sono reclusi i detenuti. La rivolta sarebbe scoppiata soprattutto per la crisi del Coronavirus nella Repubblica Islamica e il fallimento delle autorità carcerarie nel rilasciare i detenuti, davanti all’incapacità di contenere la diffusione del virus nelle prigioni.

Daniel Zeinolabedini era stato condannato a morte per un omicidio commesso nel settembre del 2017, quando aveva appena 17 anni. Messo in isolamento delle guardie, Daniel è stato picchiato a sangue, fino a fargli perdere la vita. A denunciare gli abusi subiti è stato lo stesso detenuto che, il 31 marzo, ha chiamato la famiglia denunciando le botte ricevute e le sue drammatiche difficoltà respiratorie in seguito alle violenze subite.

Le Nazioni Unite avevano già condannato il regime per il caso Zeinolabedini perchè, come noto, secondo il diritto internazionale è vietato condannare a morte un detenuto se ha commesso il crimine in età minorile. Nonostante i divieti, il regime non solo aveva condannato Zeinolabedini a morte, ma la Corte Suprema aveva anche confermato la condanna in appello.

 

(6 aprile 2020)

©gaiaitalia.com 2020 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 

 





 

 

 

 

 

 

 

 

 

 




Share and Enjoy !

0Shares
0 0 0

Comments

comments

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne clicca su "leggi di più". Questo sito utilizza cookies di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi