Home / Copertina / I Ragazzi di Terhan: Rouhani definisce Israele un “tumore canceroso”. La Farnesina tace…

I Ragazzi di Terhan: Rouhani definisce Israele un “tumore canceroso”. La Farnesina tace…

di Ragazzi di Tehran #Iran twitter@gaiaitaliacomlo #Israele

 

Parlando in occasione della Conferenza sull’Unità Islamica, il Presidente iraniano Rouhani ha attaccato duramente Israele chiamandolo un “tumore canceroso” e accusandolo di essere un “regime falso”, creato per dividere la Umma (Comunità) Islamica.

Si tratta di affermazioni gravissime che ricordano i tempi del Presidente ultraconservatore Ahmadinejad. Affermazioni talmente gravi che, sorprendentemente, hanno visto non solo la condanna di diversi Paesi Occidentali – in primis Germania e Austria – ma anche quella di Mogherini che, attraverso la sua portavoce, ha qualificato come inaccettabili le parole di Rouhani.

Politicamente parlando, le parole di Rouhani erano tutte destinate allelettorato iraniano e al mondo arabo. Se si va sul sito del Presidente iraniano, infatti, non c’è traccia delle affermazioni contro Israele, nel riassunto del discorso di Rouhani alla Conferenza sull’Unità Islamica. Segno non solo della classica doppiezza dei leader dei Paesi islamici nei loro attacchi ad Israele e all’Occidente, ma anche della volontà di Rouhani (foto ANSA in alto) di dedicare queste sue invettive ai conservatori in Iran e ai gruppi sunniti più radicali della galassia islamista. Purtroppo alla lista delle condanne, manca quella del Governo italiano.

Proprio in questi giorni a Roma è terminato il MED, promosso dalla Farnesina e dall’ISPI. Evento in cui, ancora una volta, hanno fatto la loro passerella rappresentanti del regime iraniano, in primis il Ministro degli Esteri Zarif (che ha anche incontrato Moavero). Peggio, tra gli oratori presenti c’era anche il Direttore dell’IPIS, tale Deued Mohammad Kazem Sajjadpour. Si tratta naturalmente di quello stesso IPIS che, audito qualche mese fa in commissione esteri della Camera, aveva chiamato Israele una “falsificazione” della storia…

Allora quelle affermazioni avevano provocato la reazione sconvolta e scioccata delle istituzioni nazionali. Ma si sa, quando ci sono di mezzo gli interessi economici, la memoria è corta…

 




 

 

(27 novembre 2018)

©gaiaitalia.com 2018 – diritti riservati, riproduzione vietata

 





 


 

Comments

comments

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Server dedicato
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne clicca su "leggi di più". Questo sito utilizza cookies di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi