Home / Copertina / Il vice capo della Marina Italiana invita le navi da guerra iraniane a far visita all’Italia… I Ragazzi di Tehran

Il vice capo della Marina Italiana invita le navi da guerra iraniane a far visita all’Italia… I Ragazzi di Tehran

di Ragazzi di Tehran #Iran twitter@gaiaitaliacom #Iran

 

A quanto pare, il Governo italiano continua a pensare di poter giocare dieci partite contemporaneamente, mantenendo i piedi in diverse (pericolose) staffe. Purtroppo, questo gioco – quando si tratta di politica estera – rischia di essere un drammatico boomerang.

Se per quanto concerne la Russia si è ben capito che Trump non ha enormi problemi a chiudere un occhio sulla posizione italiana contraria alle sanzioni contro Mosca, per quanto riguarda l’Iran, Washington pretende dai suoi alleati una posizione chiara. Ovvero una posizione di distanza da quel regime fondamentalista e clericale. Per un verso, l’Italia sembra aderire alla posizione americana, rigettando i propositi di ospitare a Roma il meccanismo eurepeo che sta promuovendo Federica Mogherini per aggirare le nuove sanzioni di Trump contro Teheran. Per un altro, quanto accaduto recentemente in India, rischia di creare una drammatica frattura tra Italia e Stati Uniti.

In India, precisamente a Kochi, c’e’ stato un incontro tra di alti comandanti della Marina militare. In questa occasione, ha partecipato anche il Vice Comandate della Marina italiana che, secondo quanto riporta la stampa internazionale, ha avuto un incontro bilaterale con il comandante della Marina iraniana, Ammiraglio Hossein Khanzadi. A quanto pare, ancora una volta, il rappresentante italiano si sarebbe detto disponibile ad ospitare in Italia una flotta di navi da guerra della marina iraniana. Una disponibilità che arriva dopo la visita di navi della marina militare italiana in Iran – nel porto di Bandar Abbas – nell’aprile del 2016. In quella occasione, le due marine svolsero anche una esercitazione militare congiunta.

La notizia di questo incontro tra comandanti della Marina, ha gia’ raggiunto gli Stati Uniti ed e’ stata denunciata dal sito di Newsweek. L’articolo, non a caso, ricorda che a Napoli c’è il quartier generale della Sesta Flotta americana e delle Forze Navali degli Stati Uniti in Europa. In aggiunta, Napoli ospita il Comando congiunto Alleato delle Forze Nato. Tutte basi situate, ricorda Newsweek, vicino all’aeroporto internazionale. L’Italia farebbe bene ad ascoltare questi messaggi indiretti che arrivano dagli Stati Uniti ed evitare di “oltrepassare il Rubicone”. Come suddetto, ciò che Trump permette su alcuni scivoloni – leggasi le relazioni con la Russia – non verranno consentiti su altri, Iran in primis. Se Roma intende veramente contare in alcune crisi vicine – soprattutto la Libia – deve esprimere una geopolitica chiara, che non contraddica l’Amministrazione Trump su dossier cosi delicati come quello iraniano.

 





(15 novembre 2018)

©gaiaitalia.com 2018 – diritti riservati, riproduzione vietata

 





Comments

comments

Server dedicato
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne clicca su "leggi di più". Questo sito utilizza cookies di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi