Home / Copertina / Ragazzi di Tehran: l’Iran mette a morte un detenuto in età minorile con problemi psichiatrici

Ragazzi di Tehran: l’Iran mette a morte un detenuto in età minorile con problemi psichiatrici

di Ragazzi di Tehran #Iran twitter@gaiaitaliacom #teocrazia

 

Il regime iraniano ha condannato alla pena capitale Shayan Saeedpour, oggi ventenne, arrestato nell’agosto del 2015 quando ancora aveva diciassette anni. Shayan è stato condannato a morte con l’accusa di aver ucciso un uomo durante una rissa. Secondo quanto denunciato dalla famiglia, non solo quel giorno Shayan sarebbe stato sotto l’effetto dell’alcol, ma da quando è stato arrestato e detenuto nella prigione centrale di Sanandaj, Shayan è stato seguito da diversi pischiatri e ha tentato diverse volte il suicidio.

Come se non bastasse la famiglia di Shayan descrivono una storia di autolesionismo e di un ragazzo con una totale incapacità a controllare gli impulsi. Per questo, sin dal 2014, era seguito anche da uno psichiatra.

Ricordiamo che l’Iran è tra i firmatari della Convenzione Internazionale sui Diritti dell’Infanzia, delle Nazioni Unite. L’articolo 37 di questa Convenzione vieta di condannare all’ergasto e alla pena capitale, coloro che hanno commesso dei reati in eta’ minorile.

Nel 2017, almeno 4 detenuti arrestati in età minorile sono stati messi a morte. Dall’inizio del 2018, diversi altri detenuti arrestati in età’ minorile sono stati condannati a morte. Amnesty International, riporta che in questo momento ci sono almeno 49 detenuti nelle carceri iraniane che, condannati per reati compiuti in eta’ minorile, aspettano di essere impiccati.

 




 

 

(12 novembre 2018)

©gaiaitalia.com 2018 – diritti riservati, riproduzione vietata

 





 

 


 

Comments

comments

Server dedicato
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne clicca su "leggi di più". Questo sito utilizza cookies di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi