Home / Copertina / Ragazzi di Tehran: l’Iran condanna un settantenne Baha’i ad un anno di carcere per la sua fede religiosa

Ragazzi di Tehran: l’Iran condanna un settantenne Baha’i ad un anno di carcere per la sua fede religiosa

di Redazione #Iran twitter@RagazzidiTehran #DirittiUmani

 

Il 31 ottobre scorso, Zabihollah Raoufi – 70 anni – un negoziante di Sanandaj, capitale della provincia del Kurdistan iraniano, ha preso le sue cose e ha salutato la sua famiglia. Destinazione, la prigione della città, ove il regime l’ha condannato lo scorso 22 luglio ad un anno di carcere e un anno di esilio da scontare presso la città di Minab (si, in Iran ancora esiste il confino fascista…).

Il perché è presto detto: Zabihollah è di fede Baha’i, secolare religione nata proprio nell’antica Persia ben prima dell’Islam che, da quando è arrivato al potere il khomeinismo, è considerata una setta peccaminosa da estirpare. Ai Baha’i iraniani, quindi, è vietato non solo professare la loro fede ma anche essere ammessi all’istruzione pubblica, svolgere alcuni lavori e guadagnare quanto guadagnano gli altri iraniani. Contro di loro, la Guida Suprema Khamenei ha emesso una fatwa ad hoc, vietando agli “iraniani puri” persino il contatto sociale con i Baha’i.

L’arresto di Zabihollah risale all’8 settembre 2015, quando gli agenti del Ministero dell’Intelligence sono entrati nella sua abitazione, confiscando libri e altro materiale connesso alla fede Baha’i. Il regime, quindi, lo ha accusato di proselitismo e apostasia e ha persino arrestato dei suoi amici e famigliari, per farli testimoniare contro di lui.

La persecuzione contro Zabihollah Raoufi è quindi una persecuzione puramente religiosa. L’ennesima contro una minoranza in Iran, l’ennesima davanti al quale l’Occidente rimane tristemente silente.

 




 

(5 novembre 2018)

©gaiaitalia.com 2018 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 





 


 

Comments

comments

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Server dedicato
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne clicca su "leggi di più". Questo sito utilizza cookies di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi