Home / Copertina / La Commissione Esteri della Camera a guida grillina regala il palco a chi vuole cancellare Isreale

La Commissione Esteri della Camera a guida grillina regala il palco a chi vuole cancellare Isreale

di Ragazzi di Tehran #Iran twitter@gaiaitaliacom #Camera

 

Non è possibile dire se la scelta della Commissione Esteri della Camera dei Deputati – guidata dalla grillina Grande – è frutto di ignoranza, di incompetenza o di ideologia. Ciò che è possibile dire, senza ombra di dubbio, è che la scelta della Commissione Esteri della Camera di ospitare i rappresentanti del think tank iraniano IPIS – Institute for Political Studies (affiliato al Ministero degli Esteri), ha lasciato sgomenti.

L’audizione, neanche a dirlo, è stata l’occasione per i rappresentanti dell’IPIS, non solo di ribadire la bonta’ del regime iraniano – che a quanto pare vuole solo la pace nel mondo (strano perché non se ne è accorto nessuno) – ma anche di ribadire il fatto che “Israele è una falsificazione” (testuali parole espresse dal rappresentante dell’IPIS Alireza Bigdeli). Neanche a dirlo, alle invettive contro Israele – la cui creazione è considerata un errore della storia (sempre Bideli) – hanno fatto seguito quelle contro l’Arabia Saudita e gli Stati Uniti di Trump. Il tutto, mentre l’Italia cerca disperatamente il sostegno americano sulla Libia…  A queste invettive, le risposte dei deputati presenti sono state tiepide, quando non ridicole. I soli distinguo fatti – in  mezzo a mille elogi per le relazioni tra Italia e Iran – sono stati quelli di Scalfarotto (PD) e Comencini (Lega). Laura Boldrini, dimostrando di non conoscere praticamente quasi nulla del contesto, ha persino elogiato il regime iraniano per l’ospitalità che concede ai rifugiati: ovviamente, senza neanche dire una parola sul fatto che Teheran manda i rifugiati afghani a morire come jihadisti sciiti in Siria nel nome di Assad, in cambio del permesso di soggiorno…

Per concludere – come fatto anche da un articolo uscito ieri su La Verità – ricordiamo che l’IPIS è il centro che ha organizzato nel 2006 la “Conferenza per la revisione della visione globale sull’Olocausto”, ovvero una conferenza antisemita, il cui scopo era mettere in dubbio la veridicità dello sterminio nazista contro gli ebrei. Conferenza a cui presero parte i peggiori negazionisti presenti all’epoca nel mondo…

Che altro aggiungere, se non che tristezza…

 




 

(11 ottobre 2018)

©gaiaitalia.com 2018 – diritti riservati, riproduzione vietata

 





 

 

 

 

Comments

comments

Server dedicato
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne clicca su "leggi di più". Questo sito utilizza cookies di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi