Home / Copertina / Ragazzi di Tehran: accordo italoiraniano contro narcotraffico e riciclaggio, crimini che Tehran compie mentre finge accordi per combatterli

Ragazzi di Tehran: accordo italoiraniano contro narcotraffico e riciclaggio, crimini che Tehran compie mentre finge accordi per combatterli

foto: agcnews Forze dell’ordine iraniane e sacchi di droga: il regime mette a morte i trafficanti, ma secondo la CIA è responsabile degli stessi traffici che condanna a scopo propagandistico con le esecuzioni

di Ragazzi di Tehran #Iran twitter@RagazzidiTehran #Italia

 

 

Secondo quanto riporta l’agenzia di stampa Iranian Mehr News – vicina ai Pasdaran – Italia e Iran sarebbero vicine alla firma di un nuovo Memorandum of Understanding, questa volta dedicato alla cooperazione bilaterale nella lotta al narcotraffico e al riciclaggio di denaro.

Secondo quanto riporta l’Agenzia, il MoU sarebbe stato firmato tra la Direzione Centrale per i Servizi antidroga del Ministero dell’interni ed il Dipartimento antidroga della Polizia iraniana, comandato da Mohammad Massoud Zahedian.

Ora, un accordo simile è teoricamente davvero un importante passo avanti nella lotta al narcotraffico. Purtroppo, però, simili giudizi non valgono quando si tratta del regime iraniano. Le ragioni sono molto semplici e non hanno nulla a che vedere con l’ideologia e il pregiudizio. Hanno semplicemente a che vedere con i fatti che, purtroppo, parlano molto chiaramente.

In questi anni, infatti, è stato provato che il regime iraniano – in particolare gli uomini della Forza Quds, unità speciale dei Pasdaran – sono direttamente implicati nel traffico di droga.  In questi anni, infatti, diversi comandanti della Forza Quds sono stati inseriti nella lista delle sanzioni da parte del Tesoro americano, per il loro coinvolgimento nel traffico di droga: tra loro Abdullah Araqi, comandante Pasdaran del distretto di Teheran e il Generale Gholamreza Baghdani, comandante del Corpo Ansar della Forza Quds e ritenuto responsabile del traffico di eroina dall’Afghanistan. In particolare, Baghdani si muoveva liberamente tra Iran e Afghanistan, gestendo il locale traffico di droga e l’invio anche di armamenti ai Talebani. Peggio, secondo la CIA, i Pasdaran gestiscono direttamente l’invio di droga dall’Iran ad alcuni Paesi dell’est europa, tra cui Albania, Romania e Bulgaria. Droga inviata con aerei e in accordo con ex membri dell’Esercito di Liberazione del Kosovo (KLA). Tutto questo senza dimenticare il ruolo di Hezbollah, fondamentale sia nel rapporto con gli ex membri del KLA, che nella gestione di buona parte del narcotraffico in America Latina e anche in nord America.

Per quanto concerne invece il riciclaggio di denaro, la questione è ancora più assurda. Secondo l’Indice di Basilea dell’anno scorso, proprio il regime iraniano è il primo al mondo per riciclaggio di denaro. Un riciclaggio fatto in primis per finanziare il terrorismo internazionale. Ovviamente, senza dimenticare di ricordare che – secondo la CIA – sin dal 1984 l’Iran è’ primo al mondo per finanziamento del terrorismo internazionale.

Concludendo, davvero non si riesce a capire come sia possibile combattere il narcotraffico e il riciclaggio di denaro, con un regime come la Repubblica Islamica dell’Iran, che rappresenta non una soluzione di quei problemi, ma una delle cause di questi crimini.

 





 

(14 maggio 2018)

©gaiaitalia.com 2018 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 




 

 

 

Comments

comments

Server dedicato
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne clicca su "leggi di più". Questo sito utilizza cookies di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi