Home / Copertina / Ragazzi di Tehran, l’Iran e il Terrorismo: 27 milioni di dollari a Hamas via Hezbollah

Ragazzi di Tehran, l’Iran e il Terrorismo: 27 milioni di dollari a Hamas via Hezbollah

foto REUTERS/Mohammed Salem

di Ragazzi di Tehran  twitter@RagazzidiTehran

 

 

 

 

 

Ventisette milioni di dollari: questa la cifra che il regime iraniano avrebbe garantito all’organizzazione terroristica Hamas, in seguito al meeting dedicato all’Intifada Palestinese, tenutosi a Teheran nel febbraio del 2017.

Secondo quanto riporta la stampa araba, questa cifra sarebbe stata consegnata ai dirigenti di Hamas non direttamente dall’Iran, ma passando attraverso il Libano e sfruttando i terroristi di Hezbollah, praticamente la voce principale di Teheran fuori dai confini della Repubblica Islamica.

In questi giorni, il regime iraniano ha duramente criticato la notizia – circolata sui media arabi e Occidentali – dell’approvazione di un nuovo Statuto da parte di Hamas in cui, teoricamente, viene indirettamente riconosciuta l’esistenza di Israele entro i confini del 1967.

Purtroppo le cose non stanno propriamente cosi e i cambiamenti apportati nello Statuto di Hamas non sono assolutamente sulla via del moderatismo o del reale riconoscimento al diritto all’esistenza dello Stato ebraico. A riprova di cio’, vanno riportate le parole di Khalid Qaddoumi, rappresentante di Hamas in Iran: davanti alle critiche del regime khomeinista, Qaddoumi ha chiarito che l’obiettivo del gruppo terrorista palestinese resta “la liberazione della Palestina dal Mare (Mediterraneo) al fiume (Giordano)”.

Come si ricordera’, Hamas e il regime iraniano si sono allontanati dopo lo scoppio della crisi siriana. Negli ultimi mesi pero’, soprattutto dopo la nomina del massimalista Yahya al-Sinwar a capo di Hamas a Gaza, i rapporti tra il regime khomeinista sciita e il gruppo terrorista sunnita, sono migliorati.

Nei giorni scorsi Hossein Sheikholeslam, consigliere del Ministro degli Affari esteri iraniano Zarif per gli affari internazionali, ha rilasciato una intervista al quotidiano di Hamas al-Risalah, attaccando duramente Abu Mazen e accusandolo direttamente di servire gli interessi di Israele e degli Stati Uniti.

 

Link:

http://www.almodon.com/arabworld/2017/5/4/%D9%85%D8%B5%D8%A7%D8%AF%D8%B1-%D8%A7%D9%84%D9%82%D8%B3%D8%A7%D9%85-%D8%AA%D9%84%D9%82%D8%AA-%D9%A2%D9%A7-%D9%85%D9%84%D9%8A%D9%88%D9%86-%D8%AF%D9%88%D9%84%D8%A7%D8%B1-%D9%85%D9%86-%D8%A5%D9%8A%D8%B1%D8%A7%D9%86

https://nowruziran.wordpress.com/2017/05/05/hamas-representative-in-iran-our-goal-remains-the-freedom-of-palestine-from-the-sea-to-the-river/




(9 maggio 2017)

 

 

 

 

©gaiaitalia.com 2017 – diritti riservati,riproduzione vietata



 

 

Comments

comments

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne clicca su "leggi di più". Questo sito utilizza cookies di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi