Home / Copertina / Ragazzi di Tehran, lo studente di Tabriz che umilia l’ideologo dei Pasdaran “Non dimenticheremo”

Ragazzi di Tehran, lo studente di Tabriz che umilia l’ideologo dei Pasdaran “Non dimenticheremo”

di Ragazzi di Tehran  twitter@RagazzidiTehran

 

 

 

 

 

Gli attivisti iraniani sono riusciti a far uscire un video molto significativo: nel video, si vede uno studente sfidare Hassan Abbasi, comandante Pasdaran e ideologo principale delle Guardie Rivoluzionarie.

In questi anni, Hassan Abbasi è stato uno dei maggiori sostenitori delle peggiori repressioni avvenute nella Repubblica Islamica, a cominciare da quella dell’Onda Verde, nata dopo la rielezione illegale del fondamentalista Ahmadinejad.

Oggi, per lo scontro in atto tra Ahmadinejad e Khamenei, i Pasdaran stanno cercando di far dimenticare il loro sostegno all’ex Presidente negazionista. Ma questo coraggioso studente dell’Università di Tabriz, durante un evento pubblico in Ateneo alla presenza di Hassab Abbasi, ha deciso di non chiudere la bocca.

Nel video, come è possibile leggere nei sottotitoli in inglese, lo studente ricorda ad Abbasi il sostegno incondizionato dei Pasdaran ad Ahmadinejad, durato ben otto anni. Gli ricorda la repressione delle proteste degli studenti di Teheran del 1999 e le torture degli attivisti politici, avvenute nel carcere di Kahrizak, durante le proteste del 2009.

 

 

Ma il j’accuse dello studente di Tabriz non si ferma alla politica interna: egli, infatti, accusa Abbasi di sostenere il terrorismo e di esportarlo all’estero, sostenendo il dittatore Bashar al Assad e finanziando gruppi come Hezbollah. Sulla Siria, in particolare, lo studente accusa Abbasi di aver inventato una narrazione nazionalista, basata su una storia falsa (ad Idlib o Homs, infatti, non esistono luoghi santi sciiti da sfruttare per giustificare l’intervento al fianco di Assad). Infine, lo studente chiude il suo intervento ricordando il massacro del 1988 – quando migliaia di oppositori di Khomeini furono trucidati – e promettendo che il popolo iraniano non dimentica e dimenticherà i crimini dei Pasdaran.

L’intervento dello studente di Tabriz, è stato ripetutamente applaudito dagli altri studenti presenti in sala. Rendendo onore al suo coraggio, speriamo davvero che egli non debba pagare un prezzo alto, per aver detto pubblicamente la verità sui crimini del regime iraniano!

 

 

 

 

(24 aprile 2017)

 




 

 

 

 

©gaiaitalia.com 2017 – diritti riservati, riproduzione vietata

 



 

 

 

Share and Enjoy !

0Shares
0 0 0

Comments

comments

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne clicca su "leggi di più". Questo sito utilizza cookies di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi