Home / Notizie / Diritti Umani / Amir non deve lasciare l’Italia perché sotto protezione internazionale

Amir non deve lasciare l’Italia perché sotto protezione internazionale

di Paolo M. Minciotti

 

 

 

 

 

Dopo l’articolo inviatoci da I Ragazzi di Tehran pubblicato nella loro rubrica settimanale sul nostro quotidiano online, e le nostre segnalazioni a chi sapevamo avrebbe potuto fare qualcosa. Dopo il Comunicato stampa di Equality Italia sulla vicenda, il presidente dell’associazione per i diritti umani Aurelio Mancuso, ci ha inviato un messaggio dicendoci di essere stato contattato dal Ministero degli Interni e di essere stato informato che Amir gode in Italia già dal 2010 dello status di protezione internazionale e da qui non lo caccia nessuno, essendo entrato in Italia 9 anni fa. Il problema risiede nelle leggi islandesi che, essendo Amir entrato in Italia nel 2008, non può emanare gli stessi provvedimenti legislativi già messi in atto dall’Italia.

C’è da sperare che questi intoppo burocratici vengano risolti nel più breve tempo possibile in modo che Amir ed il suo compagno islandese possano unirsi secondo la legge.

 

 

 

(30 marzo 2017)



 

 

 

 

 

©gaiaitalia.com 2017 – diritti riservati, riproduzione vietata

 



 

 

Comments

comments

gaiaitalia.com

x

Check Also

“Ti facciamo abortire negra di m…”, l’allegra giovane coppia formata da lei e lui esempio di odio razzista

Share this on WhatsAppdi Giancarlo Grassi, twitter@gaiaitaliacom     Eccoli là sull’autobus a Rimini, in tempo di vacanze, lei 19enne, lui 22enne. Una mano si infila abile e silenziosa in una borsa e ne estrae un cellulare. La proprietaria, una donna africana che aspetta un bambino, se ne accorge e ...

Attentato a Barcellona: dodici morti e sessantaquattro feriti. Due arresti e due ricercati

Share this on WhatsAppdi G.G., twitter@gaiaitaliacom     (aggiornamento 17/08/2017, ore 20.00) Sono almeno dodici i morti nell’attentato islamista che ha colpito Barcellona attorno alle 17.00 del 17 agosto. Secondo alcune notizie i terroristi sarebbero asserragliati in un bar. Altre notizie smentiscono questa versione. I Mossos D’Esquadra riferiscono con un ...

Il PIL è aumentato “Perché ha fatto caldo”: Barbara Lezzi del M5S è da Premio Ignobel

Share this on WhatsAppdi Giovanna Di Rosa, twitter@gaiaitaliacom   Lei è la “stellare” esponente del M5S Barbara Lezzi, profonda conoscitrice dell’economia e dei suoi meccanismi, deputata nel parlamento italiano per volere del Sacro Blog, l’ennesima miracolata per intenderci, che in mezzo alla calura ferragostiana, colta da subitaneo fragore neuronico dopo ...

Il “non sono razzista, la mia ragazza è straniera”, sostituisce l’obsoleto “ho tanti amici gay”

Share this on WhatsAppdi Il Capo, twitter@gaiaitaliacom     Un tempo erano di moda dire “Io non ho niente contro i gay, ho tanti amici gay“, specializzato nella locuzione il triste senatore Giovanardi così terrorizzato dall’idea di finire all’inferno che gli toccherà finirci sul serio; era come quando si diceva ...

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne clicca su "leggi di più". Questo sito utilizza cookies di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi