Home / Copertina / Ragazzi di Tehran: Brutale accanimento del regime iraniano contro l’attivista Atena Daemi

Ragazzi di Tehran: Brutale accanimento del regime iraniano contro l’attivista Atena Daemi

di Ragazzi di Tehran  twitter@RagazzidiTehran

 

 

 

 

 
Atena Daemi, la nota attivista iraniana per i diritti umani, è stata nuovamente arrestata e trasferita nel carcere di Evin, vicino alla capitale Teheran.

 

Atena è stata fermata nuovamente in un raid delle forze di sicurezza completamente illegale, avvenuto anche senza alcun mandato di cattura ufficiale. I Pasdaran, il 26 novembre del 2016, sono entrati nella casa del padre di Atena e hanno portato via l’attivista iraniana con metodi brutali.
Per coprire la nefandezza compiuta, nell’udienza processuale del 19 dicembre scorso, il Procuratore iraniano ha accusato Atena di insulti alla Guida Suprema, di aver pubblicato delle bugie, di aver insultato le autorità e di aver addirittura picchiato un agente della sicurezza durante l’arresto. A coronare l’accusa, anche un video filmato di nascoso dagli agenti, in cui si vede Atena con la sua famiglia senza l’hijab, il velo islamico obbligatorio in Iran.

 

Ovviamente, Atena Daemi ha reagito alle accuse, denunciando il video illegalmente filmato e accusando a sua volta i Pasdaran iraniani di averla picchiata durante l’arresto e di averle spruzzato addosso dello spray al peperoncino. Non solo: Atena ha anche rivelato che un agente le ha gridato “Faremo contro di te qualcosa, per cui non rivedrai mai più la libertà”.
Ricordiamo che Atena Daemi è stata arrestata la prima volta nell’ottobre del 2014 e condannata, senza processo, a passare 86 giorni in isolamento nel braccio 2A, del carcere Evin. Nel gennaio del 2015,  quindi, Atena è stata trasferita nel braccio femminile del carcere. Dopo vari rinvii, Atena Daemi è stata condannata a 14 anni di carcere per aver insultato la Guida Suprema e aver messo a repentaglio la sicurezza nazionale. Tutto questo, ovviamente, per aver partecipato a proteste pacifiche e aver denunciato gli abusi del regime iraniano. Fortunatamente, la condanna di Atena è stata ridotta a 7 anni di carcere in appello.

Nel febbraio del 2016, Atena era stata rilasciata su cauzione, dopo un periodo in cui il suo stato di salute era drammaticamente peggiorato. Meno di un anno dopo, il regime ha cambiato idea e, dopo aver spento i riflettori internazionali sul suo caso, ha deciso di riportare Atena Daemi in carcere per farle scontare i sette anni di detenzione.

 

Link: https://www.en-hrana.org/atena-daemi-charged-new-case

 

(23 gennaio2017)

 





 

 

 

©gaiaitalia.com 2017 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

Share and Enjoy !

0Shares
0 0
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne clicca su "leggi di più". Questo sito utilizza cookies di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi