Home / Copertina / Ragazzi di Tehran: ecco perché è impossibile avere normali relazioni diplomatiche con l’Iran

Ragazzi di Tehran: ecco perché è impossibile avere normali relazioni diplomatiche con l’Iran

iran-ministro-zarifdi Ragazzi di Tehran  twitter@RagazzidiTehran

 

 

A Teheran, è noto, l’ideologia è assai più rilevante degli interessi economici nazionali. Questo non perché i Mullah siano cretini, ma perché nella Repubblica Islamica l’ideologia fanatica è parte integrante della sopravvivenza del regime.

Parte di questa ideologia, quindi, non è solamente l’Islam politico, ma anche l’odio dichiarato verso gli Stati Uniti e Israele, nell’ordine il Grande e il Piccolo Satana. Ecco allora che, chiunque provi ad avviare o a richiedere all’Iran un rapporto diverso con questi due Paesi, diviene immediatamente il simbolo del male.

 

L’Iran ha si ratificato l’accordo nucleare con il P5+1 (praticamente con gli Usa), ma dal luglio del 2015 i vertici del regime iraniano si addannano per negare ogni tipo di negoziato con Washington diverso da quello relativo alle materie nucleare. Ecco allora che, periodicamente, il Ministro degli Esteri Zarif deve andare dinnanzi al Parlamento per dimostrare che non ha tradito i valori della Repubblica Islamica. L’ultima volta è accaduto appena qualche giorno fa e Zarif ha orgogliosamente affermato di avere rapporti quotidiani con tre terroristi: Qassem Soleimani, Hassan Nasrallah e Ramadan Abdullah Shalah.

Per quanto concerne Israele, le minacce quotidiane si sprecano e ogni invito al riconoscimento dello Stato Ebraico diviene causa di una crisi diplomatica. L’ultimo caso è accaduto in questi giorni, durante la visita del Ministro tedesco Sigmar Gabriel. Gabriel, prima di lasciare Berlino, aveva posto come precondizione per i nuovi rapporti tra la Germania e l’Iran, il riconoscimento di Israele da parte di Teheran. Per queste sue parole, Zarif e Ali Larijani hanno cancellato i loro incontri con Gabriel, rimarcando l’indipendenza della politica estera iraniana. A sua volta, il Vice capo della milizia iraniana Basij, il colonnello Saif Nosratollah, ha ribadito che la dottrina della Repubblica Islamica, prevede solo la distruzione di Israele e di tutti coloro che lo sostengono.

 

Quanto successo al Ministro tedesco Gabriel, dimostra come ogni tentativo di avere normali relazioni diplomatiche con l’Iran sia non solo fallace, ma anche illusorio. La Repubblica Islamica, infatti, non potrà mai abiurare alla natura eversiva e fondamentalista della sua politica estera, perché il prezzo da pagare sarebbe la sparizione stessa della velayat-e Faqih e del khomeinismo.

 

 

 

Fonti:

 

https://nowruziran.wordpress.com/2016/10/05/in-front-of-the-iran-parliament-zarif-admits-to-have-daily-contacts-with-terrorists/

https://nopasdaran2.wordpress.com/2016/10/05/germania-chiede-a-iran-di-riconoscere-israele-zarif-larijani-cancellano-incontri-con-sigmar-gabriel/

https://www.digarban.com/node/24996

 

 

 

 

 

(5 ottobre 2016)

 

 

 

 

 

 

©gaiaitalia.com 2016 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 

 

 

Comments

comments

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne clicca su "leggi di più". Questo sito utilizza cookies di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi