Home / Politica / Esteri / L’Argentina va a destra col liberale Macri che sconfigge il fantasma di Cristina Kirchner

L’Argentina va a destra col liberale Macri che sconfigge il fantasma di Cristina Kirchner

Mauricio Macridi Giovanna Di Rosa

 

 

 

 

Diciamocelo. Doña Cristina ha dato all’Argentina la sensazione di essere tornata ai tempi di Evita Peron, ma non molto altro. Ha trascinato il paese sull’orlo del default per un paio di volte, ha fatto la voce grossa per questioni risibili, ha detto sì al matrimonio egualitario (legge giustissima, ma gestita per il trionfo del populismo più bieco) ed è riuscita ad imporre un candidato presidente che doveva seguire le sue orme. Disgraziatamente per lei il gioco non le è riuscito perché l’Argentina ha scelto un liberale (non è andata a destra come scrivono in tanti, a destra c’era già) che, per di più, ha intenzione di riaprire le relazioni diplomatiche e commerciale con l’Iran, quell’Iran implicato nell’assassinio del giudice Alberto Nisman che è morto ammazzato nel suo studio (qualcuno dice suicida) il giorno precedente alla sua apparizione in tribunale per incriminare Cristina Kirchner, lei. La Presidenta.

 

La storia aveva a che fare con un attentato avvenuto nel 1994 che aveva ammazzato 90 ebrei in un centro culturale di Buenos Aires i cui mandanti sembravano essere proprio gli Iraniani. Il nuovo presidente Mauricio Macri vuole andare proprio verso l’Iran, capiremo il perché nei prossimi mesi, ed aiutare il Venezuela a disfarsi di Nicolas Maduro. Notizie sulla politica interna e sulle misure economiche da adottare per far crescere il paese non ne ha fornite in dettaglio. Magari ha vinto anche per quello.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

(24 novembre 2015)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

©gaiaitalia.com 2015 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

Comments

comments

gaiaitalia.com

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne clicca su "leggi di più". Questo sito utilizza cookies di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi